PARLIAMO DI 

 ASSORBIMENTO ACUSTICO 

Negli ultimi anni il problema del comfort acustico è emerso in modo sempre più marcato.

Ambienti ufficio e open-space, sale riunione, ristoranti, caffetterie, mense, locali pubblici: chiunque ha sperimentato, almeno una volta, fastidiosi riverberi che impediscono un corretto svolgimento del lavoro o la fruizione degli ambienti di ritrovo, spesso riducendo la produttività e aumentando stress.

In un locale con scarsa o assente dotazione di dispositivi acustici fonoassorbenti, si è portati inoltre ad alzare il tono di voce, nel tentativo di sovrastare riverbero e ronzio, contribuendo a generare ulteriore rumore di fondo.

Per cominciare, vediamo assieme cosa è il suono e quali sono le problematiche acustiche in ambienti chiusi.

rumore-in-ufficio.jpg

 CHE COS'E' IL SUONO ? 

I suoni sono formati da onde che tendono ad essere riflesse dalle superfici rigide con limitato potere assorbente, quali per esempio il cemento, il marmo o il vetro. In ambienti realizzati con queste tipologie di materiali si possono generare echi e riverberi, spesso molto fastidiosi, che non consentono di ascoltare e dialogare in maniera confortevole. I materiali fonoassorbenti nascono dall’esigenza di migliorare l’acustica in questi ambienti.

Le caratteristiche dei prodotti fonoassorbenti tradizionali tendono a manifestare la capacità di assorbire meno le basse frequenze (sotto i 500 Hz), progressivamente di più le medie frequenze (tra i 500 e i 2000 Hz) ed in misura maggiore le alte (sopra i 2000 Hz).

 ASSORBIMENTO ACUSTICO: COME FARE ? 

I sistemi di assorbimento sonoro rispondono all'esigenza di miglioramento acustico degli ambienti pubblici e privati, come uffici, open-space, biblioteche, bar e ristoranti, mense.
L'esposizione al rumore e al riverbero, tipico di locali affollati o acusticamente non idonei, infatti, provoca disturbo psicologico e ostacola lo svolgimento delle normali attività lavorative e quotidiane, riducendo la capacità di concentrazione. Un’attenta progettazione acustica degli ambienti migliora la produttività, favorisce una sensazione di benessere e aiuta il recupero dallo stress. In particolare, è importante conoscere bene le caratteristiche dell'ambiente e la sua destinazione d'uso, nonchè le attività che vi sono o saranno svolte.

Prendiamo l'esempio di un ufficio: il lavoratori interagiscono in gruppo, necessitano di concentrazione davanti al computer, dovranno conversare e interagire con clienti o utenti?  La riservatezza è un aspetto importante in tale contesto? E ancora, l'ambiente è grande o piccolo? E' posizionato in un contesto urbano? E quali attività si svolgono in eventuali spazi adiacenti? Ci sono superfici riflettenti (vetro, cemento, ecc) o macchinari che potrebbero generare emissioni sonore, come impianti di aerazione, stampanti, telefoni, ecc ?

 ESEMPI DI UTILIZZO 

 BAR, RISTORANTI & HOTEL 

dal_corso_verona_1.jpg
grig_novamilanese_4.jpg

 UFFICI & CALL CENTER 

axa-milano-1.jpg
sure_employment_waggawagga.jpg

 SALE  RIUNIONI & CONFERENZA 

axa-milano-5.jpg
cal_tech_pasadena_1.jpg

 MENSE  

mondadori_segrate_2.jpg
incos_bologna.jpg

 SCUOLE, UNIVERSITA' & BIBLIOTECHE 

pickerington_library.jpg
babson_college_1.jpg

 SPAZI PUBBLICI & MUSEI 

manifattura_tabacchi_cagliari.jpg
neocon_quietzone.jpg

 NEGOZI & ATTIVITA' COMMERCIALI 

personaltraining-1.jpg
wom_lasvegas_4.jpg

 SCOPRI LE NOSTRE PROPOSTE